Sapevi che molte volte un deficit di attenzione del bambino è legato ad una cattiva respirazione?

20/02/2020

Sapevi che molte volte un deficit di attenzione del bambino è legato ad una cattiva respirazione?
Molte mamme credono di avere figli ( o figlie) svogliate…….ma non è proprio sempre così!
Al di là delle ovvie differenze di intelligenza e capacità soggettive presenti in natura tra i diversi soggetti, la medicina ha chiaramente dimostrato che una BUONA OSSEGENAZIONE DEL CERVELLO, rappresenta il requisito essenziale per poter svolgere al meglio le nostre attività intellettuali. 
Per poter garantire una buona ossigenazione dobbiamo poter respirare in maniera ottimale. 
Adesso ti svelerò un segreto: SI RESPIRA CON IL NASO E NON CON LA BOCCA!!! 
E’ il naso l’organo deputato alla respirazione. Quest’organo è munito dei cosiddetti turbinati nasali, strutture ossee rivestite di mucosa che hanno l’importantissimo ruolo di condizionare l’area che inaliamo controllandone umidità, temperatura e purezza.
A volte succede, principalmente per motivi di allergia stagionale, che si sviluppino delle riniti allegiche che provocano un aumento di volume dei turbinati ( ipertrofia dei turbinati) , che impedisce la normale respirazione nasale; il paziente, in questo caso, riferisce ostruzione nasale mono o bilaterale con respirazione a bocca aperta. Ed ecco qua il problema……..la BOCCA APERTA
Avrai capito, da quello che ti ho spiegato fino ad adesso, che la bocca a differenza del naso non è un organo atto alla respirazione. La bocca serve principalmente, oltre che a parlare, a masticare e a deglutire. 

Nei bambini che respirano a bocca aperta si innesca un meccanismo di crescita del tutto sbagliato: 

1. La respirazione orale ( così si chiama quando non avviene dal naso ma dalla bocca) crea un MORSO APERTO, cioè i denti delle due arcate toccano dietro ma davanti rimangono aperti lasciando uno spazio dove continuamente si infila la lingua 

2. Proprio l’azione della lingua che viene interposta anteriormente tra i denti ogni volta che il bambino deglutisce ( circa 1500 volte al giorno!!) crea una spinta anteriore che peggiora ulteriormente il morso aperto 

3. La DEGLUTIZIONE ATIPICA ( così viene detta la deglutizione che avviene con l’interposizione della lingua tra le arcate dentarie) e l’entrata dell’aria durante l’inspirazione creano un innalzamento della volta palatina. Il bambino ha il PALATO STRETTO ED ALTO. 

Adesso devi sapere una dato anatomico ...
Il “tetto” del palato è il “ pavimento” del naso. Questo significa che tanto più alto è il palato del tuo bambino/a tanto meno spazio per una buona respirazione ci sarà nelle fosse nasali. Devo dirti anche che tra i motivi che contribuiscono a far crescere il palato in maniera sbagliata ( cioè alto e stretto) ci sono le abitudini viziate come succhiare il dito, la lingua e l’uso eccessivo della tettarella! A questo proposito non ci possiamo fare niente!...siamo in Italia!
E le mamme italiane adorano allattare i propri figli fintanto che ce n’è!!!! 
A pate gli scherzi……. Quando un soggetto respira dalla bocca piuttosto che dal naso , l ‘OSSIGENAZIONE CEREBRALE E’ NETTAMENTE RIDOTTA, e conseguentemente saranno ridotte le sue ( del cervello) prestazioni. 
Nel bambino questo si traduce in alcuni segni e comportamenti come:
• Russamento 
• Atteggiamento svogliato 
• Frequente sonnolenza durante il giorno 
• Disturbo dell’apprendimento 
• Si annoia facilmente 
• Problemi di attenzione durante le lezioni scolastiche 
• Dislessia con problemi logopedici ( “sigmatismo” quando il bambino pronuncia male la “S” con la caratteristica “lisca” oppure il “Rotacismo” che è un pronuncia difettosa della lettera “R”) 

Adesso mi rivolgo a te, mamma e ti dico di non sottovalutare questi segni e sintomi etichettando superficialmente il tuo bambino come un bimbo “caratteriale” che non sta attento a scuola, che è svogliato o che non è molto intelligente. Perché forse ha soltanto un problema di MORSO APERTO con RIDUZIONE DELLA CAPACITA’ RESPIRATORIA
Questa pappardella la dovrei fare e rivolgerla soprattutto alle maestre di scuola elementare che , disconoscendo queste patologie odontoiatriche o otorinolaringoiatriche troppo spesso danno giudizi affrettati sulle capacità cognitive degli alunni!! 
Signora…….suo figlio è tremendo, non è interessato…addirittura ogni tanto gli capita di addormentarsi in classe!!!! Meditate Maestre, meditate!!!!! 

Tu mi chiederai adesso: “ ma come faccio ad accorgermi se mio figlio ha una difficoltà respiratoria od una deglutizione atipica?” 
PER PRIMA COSA impara ad osservare alcuni comportamenti del tuo bambino ad esempio: 
• Quando sta davanti alla TV o gioca con la Play station STA A BOCCA APERTA? 
• La notte lo senti mai RUSSARE? 
• La mattina trovi mai della SALIVA SUL CUSCINO? 
• A scuola riesce a rimanere sveglio ed attento? 
• Quando inghiotte la saliva infila la lingua tra i denti? 
 SECONDA COSA ti consiglio di sottoporre tuo figlio o tua figlia a visita specialistica ortodontica da parte di un bravo specialista 
 ATTENZIONE PERO’ !!  perché di veri specialisti in ortodonzia ce ne sono davvero pochi…….molti dentisti fanno qualche corsetto in qua e là ed esercitano la professione di ortodontista, ma il medico SPECIALIZZATO IN ORTODONZIA, ha conseguito una vera e propria specializzazione universitaria in questa materia e può a buona ragione professarsi tale Nella nostra struttura abbiamo un reparto dedicato alla ODONTOIATRIA PEDIATRICA nel quale esercitano professionisti specializzati e personale ausiliare specificamente addestrato alle patologie infantili e dell’adolescenza. 

Se vuoi saperne di più puoi prenotare una VISITA SPECIALISTICA GRATUITA presso la nostra struttura al numero 0573 26232
Fissa un Appuntamento
Odontoiatria La Scala